Assicurativo 2.0    Store    Segnala    Dizionario    G.U.    Giurisprudenza    Rassegna Enti   
invio comunicati a info@assicurativo.it facebook twitter telegram mail    

 

Tagliando 2013-09-23 - Pdf - Stampa

Contrassegno assicurativo elettronico e controlli automatici anche all'autovelox e ztl

Con la dematerializzazione dei contrassegni iniziano controlli sistematici. Fonte: IVASS

 

Passi evidenziati:

  • Il testo che segue e' dalla relazione ivass del gliug
  • Dematerializzazione dei contrassegni di assicurazione
  • Interesse, il controllo delle coperture r.c. auto in
  • Dell’attestato di rischio,
  • Informatici.
  • Regolamento, elaborato di concerto tra l’ivass,
  • A, i dispositivi e le apparecchiature per il controll
  • S

    Scopo: evitare frodi assicurative.

    Quindi ? Si dematerializza il contrassegno elettronico dotandolo di un microchip, presumibilmente rfid, in grado di comunicare a distanza gli estremi della polizza.

     

    1) Le notizie di stampa sono numerose ma senza citare le  fonti.

    Si dice che il contrassegno dovra' essere tenuto in macchina ed esposto sul parabrezza.

    Potra' essere monitorato naturalmente ai varchi e telepass, oltre che dalle forze dell'ordine. Il contrassegno, non la scatola nera.

    Il microchip conterra' i dati del mezzo, data di validità e scadenza della polizza e potrebbe essere dato uno strumento di lettura insieme alla scheda, ma questo credo solo alle forze dell'ordine. Non e' chiaro.

    Multe da 800 a 3400 euro, sospensione patente un anno e confisca istantanea del mezzo con divieto di guidarlo.

    L'Ania ha realizzato una interessante rassegna per approfondire i contrassegni e la scatola nera: 09 settembre 2013 - Il Sole 24 Ore - Guide Scatola nera, obbligo in stand by

     

    2) Le notizie ufficiali sono poche in rete.

    Il testo che segue e' dalla relazione Ivass del gliugno 2013: 

    "In ottica antifrode l’articolo 31 del decreto liberalizzazioni ha previsto la progressiva
    dematerializzazione dei contrassegni di assicurazione e la loro sostituzione con sistemi elettronici e
    telematici, secondo modalità da definirsi con regolamento del Ministero dello Sviluppo Economico e
    del Ministero delle infrastrutture e Trasporti, sentito l’ISVAP (ora IVASS).


    "Lo schema di regolamento prevede l’istituzione di una banca dati pubblica presso il Ministero
    delle Infrastrutture e Trasporti che garantirà a regime, alle forze dell’ordine e a chiunque ne abbia
    interesse, il controllo delle coperture r.c. auto in via telematica e in tempo reale. Nel mese di aprile
    2013 l’IVASS ha fornito ai Ministeri competenti il previsto parere.


    "Con analogo intento l’art. 32 del decreto Liberalizzazioni ha previsto la dematerializzazione
    dell’attestato di rischio, da realizzarsi tramite l’alimentazione, obbligatoria per le imprese, di una banca
    dati elettronica. A seguito del processo di dematerializzazione, la consegna dell'attestato di rischio
    dall’impresa all’assicurato dovrà avvenire per via telematica e, in caso di passaggio dell’assicurato da
    una società all’altra, le informazioni contenute nell'attestato di rischio saranno acquisite direttamente
    dalla nuova compagnia in via telematica attraverso la nuova banca dati.


    "L’Istituto sta lavorando all’attuazione della norma, attraverso l’adozione di un Regolamento, che
    valuti i diversi profili, incluso il tema della consegna telematica a soggetti non muniti di strumenti
    informatici.


    "La disposizione dell’articolo 32 del decreto Liberalizzazioni disciplina l’ipotesi dell’installazione
    della “scatola nera” o di dispositivi similari in grado di registrare l’attività del veicolo prevedendo, nel
    caso di consenso dell’assicurato, che le imprese debbano applicare una riduzione significativa sul
    premio r.c. auto sopportando i costi di installazione, disinstallazione e manutenzione del dispositivo.
    Il fine è quello di garantire agli assicurati significativi sconti sul premio e, al sistema nel suo
    complesso, effetti positivi in termini di riduzione dei costi dei risarcimenti e di contrasto alle frodi,
    grazie al controllo sulla dinamica dei sinistri che la scatola nera è in grado di realizzare. Lo schema di
    Regolamento, elaborato di concerto tra l’IVASS, il Ministro dello Sviluppo Economico e il Garante per
    la protezione dei dati personali, è stato sottoposto alla procedura di pubblica consultazione, che si è
    chiusa il 30 aprile 2013 (documento di consultazione n. 1 del 2013); esso definisce le modalità draccolta, gestione e utilizzo, in particolare a fini tariffari e per la determinazione della responsabilità in
    occasione dei sinistri, dei dati raccolti dalle scatole nere.


    "Sulla questione della “scatola nera” l’8 aprile 2013 è intervenuta la sentenza del Tar Lazio n.
    3530/2013 che ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato da ANIA e dalle imprese di
    assicurazione avverso la comunicazione dell’aprile 2012 con cui l’ISVAP aveva reso nota la propria
    interpretazione sul carattere obbligatorio dell’offerta di polizze con scatola nera da parte delle imprese."

     

    3) Il Garante della Privacy:

    Nell’ambito del contrasto alla contraffazione dei contrassegni relativi ai contratti di assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi per i danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore su strada, l’art. 31 prevede che, con regolamento del Ministro dello sviluppo economico, siano definite le modalità per la progressiva dematerializzazione dei contrassegni, la loro sostituzione con sistemi elettronici o telematici, anche in collegamento con banche dati, le caratteristiche e i requisiti di tali sistemi e l’utilizzo, ai fini dei relativi controlli, dei dispositivi o mezzi tecnici di controllo e rilevamento a distanza delle violazioni del codice della strada (comma 1).

    A quest’ultimo proposito, il comma 3 precisa che la violazione dell’obbligo di assicurazione è rilevabile, previa informativa agli automobilisti interessati, anche attraverso i dispositivi, le apparecchiature e i mezzi  tecnici per il controllo del traffico e per il rilevamento a distanza delle violazioni delle norme di circolazione ex art. 45, comma 6, del codice della strada, i dispositivi e le apparecchiature per il controllo a distanza dell’accesso nelle zone a traffico limitato e altri sistemi per la registrazione del transito dei veicoli sulle autostrade o sulle strade sottoposte a pedaggio; con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, sentito anche il Garante, si dovranno definire le caratteristiche dei predetti sistemi di rilevamento a distanza, stabilendo, al contempo, le relative modalità di attuazione.

    La violazione è documentata con sistemi fotografici, di ripresa video o analoghi in grado di accertare i fatti costituenti illecito amministrativo, i dati di immatricolazione del veicolo ovvero il responsabile della circolazione, nel rispetto della esigenza di tutela della riservatezza. 

    Di rilievo è, infine, l’art. 32 (“Ispezione del veicolo, scatola nera, attestato di rischio, liquidazione dei danni”) il quale, in particolare: ...


    Link: http://www.ivass.it/ivass_cms/docs/F30414/RELAZION


    Non perdere gli aggiornamenti via Telegram o via email:

    Email: (gratis Info privacy)




    2013-09-23 Chi: Spataro Fonte: IVASS

    Tagliando - Indice: 1. Certificato vs contrassegno o tagliando assicurativo 2. Controlli automatici da ogni telecamera sulla polizza assicurativa 3. Tagliando assicurativo - Torna alle guide




    Argomenti:



    eventi sponsorizzati:



    Novitā:

    Strisce pedonali ed educazione stradale, dal Canada alla Cina La scatola nera della regione Lombardia: sconti sulla base dello stile di guida ecologico. Danno alla salute e quantificazione come sinistro stradale: Cassazione civile III civile n. 28986 del 2019 Scatola nera e riduzione dei premi delle polizze assicurative Dispositivi antiabbandono da oggi obbligatori Sinistri in bicicletta: BikeItalia, Submarine Istat: la mappe del pericolo Non solo diritto: per cinque sere in compagnia del paradiso Privacy: titolare o responsabile ? Cassazione su Pedone e esclusione della responsabilitā del conducente










    Indice:
    Documenti
    - Banca dati
    - Codice assicurazioni
    - Commenti
    - Dizionario
    - Gazzetta assicurativa
    - Giurisprudenza
    - Legislazione
    - Regolamento
    - Video
    Danno non patrimoniale
    - Calcolo non patrimoniale

    Danno Biologico
    - Calcolo danno biologico
    - Danno biologico
    - Sentenze
    - Norme

    Danno Esistenziale
    - Danno esistenziale
    - Sentenze
    - Norme

    Tabelle
    - Tabella di Milano (2011)
    - Tabella danno biologico Roma 2007
    - Tabella di Firenze (2007)
    - Tabella punti Micropermanenti
    - Tabella Inail
    - Tabella invalidità micropermanenti
    - Tabella in formato.xls
    - Allegati in formato testo
    - Tabella Inail
    Indennizzo Diretto
    - Controlla i risarcimenti !
    - News
    - Faq

    Rca
    - Notizie
    - Sentenze
    - Norme

    Altri
    - Convegni
    - Calcolo di danno biologico
    - Software calcolo danno biologico
    - Newsletter
    - Mondo auto
    - Software


    I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl, cc nc sa - Documenti non ufficiali - P.IVA: 04446030969 - About - Map - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - Logo - In